Il dialetto, questo sconosciuto!
E’ normale, per chi è abituato a parlare costantemente e frequentemente in dialetto, fare qualche scivolone quando, in situazioni nelle quali si vuol far vedere di essere istruiti (‘strutti), ci si imbatte nell’italiano e si parla “n’pizzo“!

Di seguito alcuni di questi esempi in dialetto alatrense, raccolti dal web ma tramandati oralmente.
…Quasi non si comprende il limite fra leggenda e realtà!

Ad ognuno il suo parere!

Nel leggerli, se vi scappa un sorriso, non vi nascondete… è comunque vita!

  • Mi presti l’appezzuta matite che mi si è spezzato il lapis?
  • Mamma, taglialo tu il pane che a me mi viene troppo peleputo.
  • Mia madre mi commatte se non mi lavo il musso.
  • Mi presti il runcio che devo appezzotare una pertica?
  • Mia madre, agli ort’, pianta i broccoli con il pezzuco.
  • Per reggere il taglio che spennica, ci vuole un passone.
  • Ieri notte non sono riuscito a dormire, perché c’erano molti rigli che cantavano.
  • Ohi che paura, mi si è trettecato tutto il fritto.
  • Andavi cosi veloce con la macchina che per scanzarmi son dovuto salire sul mitone.
  • Ti sei rewotrato nel ciafruglio di quella pescola.
  • Mi serve uno scummareglio d’acqua per immassare l’ingesso.
  • Zia! Attenta quando mangi la pera che ti possono andare le indovine per traverso! E poi ricordati ci devi levare il pernuccio.
  • Mentre mungevo la vacca il ienco mi ha dato una calcio alle inocchia.
  • I ladri ho entrati a pecorammè e usciti a cap’ de cui.

Breve legenda:

1) temperino; 2) erto; 3) litiga-viso; 4) roncola-….ramo; 5) …..; 6) che sporge-palo di legno; 7) grilli; 8) Tremare – fegato; 9) macera; 10) rigirato nella pozza d’acqua; 11) mestolo; 12) semi-picciolo; 13) giovenco – ginocchia;  14) gattoni – gattonare all’indietro.

2 commenti
  1. Alessandra Fiorini
    Alessandra Fiorini dice:

    Io adoro il mio dialetto…..SONO DEL PARERE CHE DEVONO ESSERE RISPETTATI CHI PARLA IN DIALETTO NN DISCRIMINATO….COME DICO SEMPRE” IO PARLO COM MAGNI “

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *