E’ arivat’ i Prufussor da Roma!

Nelle nostre interlocuzioni dialettali, quando nel dibattere si vuole denigrare una persona che  a suo dire “capisce” di tutto, si suole dire: “Ecc’ è arivat i prufussor da Roma”!

Ma come nasce questo modo di dire? Ce lo spiega, come sempre l’amico Amilcare:

Fino agli anni ’50 del ‘900 c’era in Alatri il “banditore” che, trombetta in pugno, faceva il giro del paese ad annunciare eventi, notizie etc.
L’ultimo che ricordo,  non iniziava più con il classico: “Si butta il bando!” perchè , la gente sapeva leggere e c’erano i manifesti.
Era ridotto, ormai, a fare il giro di Alatri, ogni venerdi,  per ricordare che: “E’ arrivato il pesce fresco! Alici,  sarde, pesce fresco!” e ogni mese per avvisare che: “E’ arrivato il professore da Roma! Con gli occhiali per tutte le viste!
Questo “professore” era tanto bravo che, ad Alatri, non si era mai vista tanta gente con gli occhiali!
Tutto questo fino a quando non si seppe che il professore di Roma non era che un semplice ottico.
Da qui… – “Ecc’ è arivat i prufussor da Roma”! –

Forse saranno pochi a ricordarlo, ma sarebbe il caso che qualcuno lo ricordasse, meditate amici, meditate.

Amilcare Culicelli –  Forum Monti Ernici  – http://www.montiernici.it/index.php

Immagine di copertina, fonte: www.amber-ambre-inclusions.info
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *